Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Dopo il delisting avvenuto nel 2003, Savino del Bene torna ad essere quotata a Piazza Affari. Il ritorno in Borsa della società passerà attraverso il collocamento di azioni, circa 31 milioni in totale, mediante un’offerta pubblica di vendita e sottoscrizione.

L’offerta pubblica finalizzata al collocamento di azioni Savino del Bene è partita lunedì 18 novembre è terminerà lunedì 2 dicembre alle ore 16:30. Le azioni hanno codice ISIN IT0004269335 e saranno acquistato ad un prezzo compreso tra 2,55 e 3,1 euro, per una differenza tra prezzo minimo e prezzo massimo del 21,57%. Il lotto minimo di azioni acquistabili è di 1.500 titoli, per un controvalore minimo compreso tra 3.825 e 4.650 euro. Il controvalore dell’offerta globale, invece, è compreso tra un minimo di 79,05 e un massimo di 96,1 milioni di euro. Il flottante azionario sarà pari al 27,59%.

Il regolamento delle sottoscrizioni con pagamento delle azioni acquistate è previsto per il giorno 6 dicembre, stesso giorno in cui è stato fissato il riavvio delle negoziazioni. Nell’ambito di tale operazione MPS Capital Services svolge il ruolo di responsabile del collocamento e sponsor, mentre coordinatori dell’offerta globale sono MPS Capital Services, Nomura e Mediobanca.

Al termine dell’operazione il numero complessivo di azioni emesse dalla società sarà di 112.359.352, per una capitalizzazione compresa tra 286,52  e 348,31 milioni di euro.

+

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.