Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Secondo quanto riferito da Reuters, che cita una fonte vicina all’operazione, Finmeccanica attende offerte vincolanti per la cessione del 100% della controllata Ansaldo Energia entro il 23 gennaio prossimo.

Stando alle ultime indiscrezioni, inoltre, sarebbe cresciuto il numero di pretendenti. Oltre ai tedeschi di Siemens e ai coreani di Doosan, pare sia interessata a rilevare la controllata di Finmeccanica anche Samsung. Al riguardo viene citata una folta delegazione composta da 35 rappresentati del gruppo coreano che in questi giorni sarebbe a Genova proprio al fine di effettuare una diligenze su Ansaldo Energia.

A questi bisogna poi aggiungere la cordata italiana guidata da Fsi (controllato da Cdp) e formata da alcuni imprenditori, che ricordiamo nei mesi scorsi ha avanzato un’offerta per una quota di minoranza fino al 25% e, almeno fino ad ora, non ha dichiarato di aver cambiato le sue intenzioni e di essere quindi pronta a formulare un’offerta per una quota superiore.

Ma a decidere quale delle offerte accettare non sarà solo Finmeccanica. Ques’ultima, infatti, controlla solo il 55% di Ansaldo Energia, il restante 45% è nelle mani del fondo statunitense First Reserve, che avendo il diritto di prelazione sulla quota italiana deve necessariamentre essere coinvolto nella trattativa di cessione. Il fondo, ricordiamo, ha acquistato la sua quota circa un paio di anni fa verso un corrispettivo pari a circa 500 milioni di euro.

La cessione di Ansaldo Energia rientra nel piano di dismissioni di Finmeccanica, che prevede la cessione di asset per un miliardo di euro circa.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.