Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Moleskine, la società famosa in tutto il mondo per i suoi taccuini, in occasione della quotazione in Borsa porterà sul mercato il 50% del flottante.

Ad affermarlo sono alcune indiscrezioni di stampa, che citano fonti di mercato, tuttavia maggiori informazioni al riguardo dovrebbero arrivare già nel corso delle prossime settimane. L’approdro a Piazza Affari è infatti atteso per marzo e la decisione ufficiale in merito al flottante è uno degli ultimi step, dopo che nei giorni scorsi è arrivato sia il giudizio di ammissibilità di Borsa italiana alla quotazione sul Mta sia l’approvazione della Consob del documento di registrazione.

Nell’ambito dell’operazione di quotazione in Borsa, Rothschild agirà in qualità di advisor finanziario, mentre i global coordinator saranno Goldman Sachs, Ubs e Mediobanca, che sarà anche lo sponsor del collocamento. Gli aspetti legali saranno invece gestiti da Clifford Chance.

Moleskine ha archiviato il 2012 con un fatturato di circa 80 milioni ed un ebitda di 33,5 milioni. Il suo enterprise value dovrebbe essere di 600-700 milioni circa.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.