Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Interesse dall’estremo oriente per l’industria italiana: sarebbe arrivata una super offerta dalla cordata cinese China Cnr Corporation e Insigma group per Ansaldo Breda e Ansaldo STS. La notizia è stata riportata stamani dal Corriere della Sera e, neanche a dirlo, il titolo Ansaldo Sts sta registrando un’ottima performance a Piazza Affari.

Secondo quanto riportato dal Corriere della Sera, la cordata composta da China Cnr Corporation, leader mondiale nella costruzione di locomotive, e da Insigma Group operante nei sistemi di segnalamento, avrebbe fatto una mega offerta per Ansaldo Breda e Ansaldo Sts.

Secondo quanto scrive il quotidiano, tra i punti dell’operazione ci sarebbero un premio generoso sul valore attuale dei titoli di Ansaldo Sts e la disponibilità a rilevare l’intero 40% da Finmeccanica; ma non solo: la garanzia dei contatti da parte di una delle più importanti banche cinesi, la conferma dei livello di occupazione attuali degli stabilimenti Ansaldo Breda, la disponibilità a mantenere l’impianto di Reggio Calabria, quello di Pistoia e di Napoli e la garanzia di apertura alla presenza di un socio italiano nell’azionario di entrambe le società.

Insomma: un’offerta importante che però verrà presa in considerazione dopo il confronto con qella fatta dai giapponesi della Hitachi; entrambe le offerte sono significative ma complesse e dovranno essere valutate dagli advisor di Finmeccanica, Ubs e Mediobanca.

Sicuramente, l’aspetto più interessante dell’offerta cinese è quello relativo all’occupazione e la conferma dei tre stabilimenti di produzione di Ansaldo Breda, il gruppo controllato al 100% da Finmeccanica ma non quotato in borsa.

L’obiettivo da parte dei cinesi sarebbe quello di fare delle due Ansaldo la punta di diamante per entrare nei mercati internazionali come Europa e Africa; l’offerta per le due società è seguita dall’avvocato Alan D’Ambrosio dello studio Mc Dermott Will & Emery di New York, specializzato in questo settore di acquisizioni.

Insomma: momento d’oro per Ansaldo Sts, dopo il contratto siglato nei giorni scorsi per la realizzazione del sistema di trasporto urbano e suburbano di una città danese (si veda: Ansaldo Sts nuovo contratto in Danimarca), è arrivata l’offerta di China Cnr Corporation e Insigma Group; in borsa il titolo è partito molto bene, registrando un progresso del 4,7% a 8,25 euro.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento