Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

A Piazza Affari nel corso della seduta odierna il titolo Campari viaggia in territorio negativo dopo aver toccato un minimo intraday a quota 6,07 euro, sulla scia dello scenario negativo prospettato da alcuni analisti, in particolar modo quelli di Goldman Sachs, che hanno comunicato di aver tagliato il target price del titolo da 5,8 a 5,5 euro confermando al contempo rating “sell”.

Neanche la decisione inversa degli esperti di Barclays, che hanno portato il prezzo obiettivo da 5,4 a 6 euro, pur ribadendo rating “underweight”, è servita a risollevare l’andamento del titolo, che continua quindi a mantenersi piuttosto lontano dai 6,54 euro del 17 ottobre 2012.

Campari, ricordiamo, ha archiviato l’esercizio 2012 con un utile netto in calo a 156,7 milioni di euro, soprattutto a causa di una flessione del 2,9% del mercato italiano, tuttavia il giro d’affari ha conservato una dinamica complessivamente positiva. A pesare sui conti sono stati soprattutto i costi di struttura e investimenti, a cui si aggiungono gli oneri finanziari netti cresciuti a causa del maggiore indebitamento collegato all’acquisizione di Lascelles de Mercado.

Nonostante la flessione dell’utile, Campari distribuirà ai suoi azionisti un dividendo pari a 0,07 euro per azione, in linea con quello dello scorso anno, con data di stacco il 20 maggio 2013 e messa in pagamento il giorno 23 dello stesso mese.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.