Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

È stata presentata ieri la prima semestrale 2014 di Enel: i conti economici della prima parte dell’anno del gruppo hanno evidenziato risultati in calo rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente; sale anche il debito finanziario.

Enel ha chiuso il primo semestre 2014 con ricavi pari a 36,1 miliardi di euro, in calo dell’8,1 per cento rispetto allo stesso periodo del 2013. Il margine operativo lordo del primo semestre 2014 è stato pari a 7,88 miliardi di euro, in calo del 3,3 per cento rispetto al medesimo periodo dell’anno scorso. Flessione di 82 milioni di euro, ovvero l’1,6 per cento per il risultato operativo del primo semestre.

Se il risultato netto del gruppo si è rivelato sostanzialmente in linea con quello registrato nel primo semestre del 2013, l’utile netto ordinario ha toccato gli 1,57 miliardi di euro, in calo del 4,8 per cento rispetto agli 1,65 miliardi di euro dello stesso periodo dell’anno scorso.

L’indebitamento finanziario netto alla fine di giugno 2014 era pari a 43,07 miliardi di euro, in aumento dell’8,5 per cento rispetto ai 39,7 miliardi di fine 2013: un risultato da imputarsi alla stagionalità degli investimenti e dei dividendi. L’incidenza dell’indebitamento finanziario netto sul patrimonio netto complessivo si è attestato a 0,81.

Nonostante i risultati non proprio brillanti di questa semestrale, oggi Enel ha aperto positivamente la giornata in borsa registrando +1,03% a 4,304 euro.

Enel, inoltre, ha varato un riassetto della struttura del gruppo e delle attività nella penisola iberica e in America Latina: Enel Energy Europe, infatti, acquisirà dalla controlla Endesa il 60,62 per cento della cilena Enersis ed Endesa distribuirà con il ricavato un dividendo straordinario. L’importo di questo dividendo verrà determinato in misura almeno uguale al corrispettivo ricevuto da Endesa; il progetto di riassetto si concluderà nel corso dell’ultimo trimestre del 2014.

Rimani aggiornato con le ultime novità su investimenti e trading!

Telegram

Lascia un commento