Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Tempo di bilanci semestrali anche per Telecom Italia; l’azienda leader nel settore delle telecomunicazioni ha pubblicato i risultati di bilancio del primo semestre 2015 evidenziando un calo dei principali aggregati economici. Vediamo nel dettaglio i numeri del primo semestre 2015 di  Telecom Italia.

Il gruppo guidato da Marco Patuano ha chiuso il primo semestre del 2015 con ricavi pari a 10,1 miliardi di euro, in diminuzione del 4,3% rispetto allo stesso periodo del 2014. Il margine operativo lordo è risultato essere in calo: 3,63 miliardi di euro a fronte dei 4,35 miliardi di euro dei primi sei mesi dello scorso esercizio. La variazione organica del margine operativo lordo, in assenza di oneri non ricorrenti, è stata negativa del 5 per cento, con un’incidenza sui ricavi del 39,9 per cento.

Il reddito operativo è stato di 1,78 miliardi di euro, in calo del 19,9 per cento rispetto al primo semestre del 2014 e con un’incidenza sui ricavi del 17,6 per cento. L’utile netto del gruppo è stato di 29 milioni di euro, in calo rispetto a 543 milioni di euro dello stesso periodo dello scorso anno; questo dato soffre degli oneri e proventi non ricorrenti e dell’impatto negativo del riacquisto delle obbligazione proprie del semestre.

Al 30 giugno 2015 l’indebitamento finanziario netto rettificato di Telecom Italia era pari a 26,99 miliardi di euro, in calo rispetto allo scorso esercizio; l’indebitamento finanziario netto contabile, invece, è pari a 28,36 miliardi di euro.

In una nota, il management ha dichiarato che, per l’esercizio in corso, è stimato un miglioramento della performance operativa sia sul mercato domestico che su quello in Brasile, in linea con quanto previsto nel piano industriale (a tal proposito si veda: Telecom Italia piano industriale 2015-2017). Inoltre, il presidente del gruppo, Giuseppe Recchi, ha sottolineato come la società stia mantenendo le promesse di accelerazione nello sviluppo della banda ultralarga, raggiungendo con essa il 37 per cento della popolazione in Italia.

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.