Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha disposto per il 25 gennaio 2013 un’asta avente ad oggetto il collocamento di BTP con scadenza a 5 e 10 anni.

Nel dettaglio, verranno collocate: la settima tranche di BTP con decorrenza 1 novembre 2012, scadenza 1 novembre 2017 e cedola annua del 3,50% (ISIN IT0004867070) per un ammontare compreso tra un minimo di 2 e un massimo di 3 miliardi di euro; l’undicesima tranche di BTP con decorrenza 1 maggio 2012, scadenza 1 novembre 2022 e cedola annua del 5,50% (ISIN IT0004848831) per un ammontare compreso tra un minimo di 2,5 e un massimo di 3,5 miliardi di euro.

I titoli verranno collocati attraverso il meccanismo dell’asta marginale, con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno del predetto intervallo di emissione, previa esclusione delle offerte considerate non convenienti sulla base di quelle che sono le attuali condizioni di mercato.

Ciascun operatore partecipante all’asta potrà presentare fino ad un massimo di cinque richieste entro le ore 11:00 del giorno previsto per l’asta, ciascuna della quali dovrà avere un importo non inferiore a 500.000 euro di capitale nominale. I cittadini privati, invece, dovranno far pervenire alla propria banca le prenotazioni relative alla quantità di titoli che intendono acquistare entro il 29 gennaio 2013, fermo restando un investimento minimo di 1.000 euro.

ASTA BTP 30 GENNAIO 2013

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.