Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

I CCT (Certificati di Credito del Tesoro) sono titoli di Stato italiani a tasso fisso aventi una durata di sette anni emessi dal Ministero dell’Economia e delle Finanze con cadenza mensile e negoziati sul mercato telematico delle obbligazioni e dei titoli di Stato (MOT).

La remunerazione è data da cedole semestrali indicizzate al rendimento dei Buoni Ordinari del Tesoro semestrali, più un ulteriore margine detto “spread”, nonché dallo scarto di emissione, dato dalla differenza tra il valore nominale e il prezzo pagato. In particolare, il meccanismo di indicizzazione utilizzato prevede che il rendimento lordo annuo registrato sui BOT a sei mesi nell’ultima asta che procede il godimento della cedola venga moltiplicato per 0,5. Al valore così ottenuto deve poi essere aggiunto lo spread.

Il meccanismo utilizzato per il collocamento dei CCT è quello dell’asta marginale, con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno di un intervallo prestabilito e indicato nel decreto di emissione, previa esclusione delle domande considerate speculative. All’asta hanno accesso esclusivamente gli operatori autorizzati, pertanto i cittadini privati per acquistare i titoli in occasione dei collocamenti mensili disposti dal Ministero dell’Economia e delle Finanze dovranno necessariamente servirsi della loro intermediazione, provvedendo a far pervenire le loro prenotazioni entro il giorno lavorativo precedente rispetto a quello dell’asta. Per i CCT, come per gli altri titoli di Stato italiani, l’investimento minimo è di 1.000 euro.

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.