Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il rendimento dei BOT semestrali, in occasione dell’asta del 29 maggio 2013, è tornato nuovamente a salire passando allo 0,538% dallo 0,503% dell’asta tenuta lo scorso mese e avente ad oggetto titoli di Stato di analoga tipologia e durata, quando ricordiamo il rendimento dei BOT con scadenza a sei mesi aveva toccato il livello più basso dall’introduzione dell’euro ad oggi.

Nel dettaglio, questa mattina il Ministero dell’Economia e delle Finanze è riuscito a collocare Buoni Ordinari del Tesoro con decorrenza 31 maggio 2013, scadenza 29 novembre 2013 e codice Isin IT0004920085 per un ammontare complessivo di 8 miliardi di euro, ossia l’intero ammontare offerto. Il prezzo di aggiudicazione è stato fissato a 99,729.

Per quanto riguarda la domanda, sono pervenute richieste per un ammontare complessivo di 12,6 miliardi di euro, che equivale a un rapporto di copertura di 1,58, in aumento rispetto all’1,4 dell’asta di fine aprile, quando ricordiamo erano stati assegnati titoli con scadenza a sei mesi per un ammontare di 8 miliardi di euro, in rapporto a una domanda di quasi 11,2 miliardi di euro.

Dopo la pubblicazione dell’esito dell’asta di BOT semestrali del 29 maggio 2013, l’attenzione del mercato si sposta sull’ultima asta del mese in programma per domani, come di consueto riguardante il collocamento di BTP a cinque e dieci anni (per maggiori informazioni si veda “comunicazione asta BTP 30 maggio 2013“).

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.