Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze attraverso apposito comunicato stampa ha reso noti i dettagli dell’asta di BTP che si terrà il 29 aprile 2013.

In particolare, il Tesoro italiano collocherà sul mercato due distinte tranche di BTP, entrambe in corso di emissione, ovvero: la terza tranche di BTP a cinque anni con decorrenza 2 aprile 2013, scadenza 1 giugno 2018, codice Isin IT0004907843 e cedola annuale del 3,50%,  per un ammontare complessivo compreso tra un minimo di 2 e un massimo di 3 miliardi di euro; la quinta tranche di BTP a dieci anni con decorrenza 1 marzo 2013, scadenza 1 maggio 2023, codice Isin IT0004898034 e cedola annuale del 4,50%, per un ammontare compreso tra un minimo di 2 e un massimo di 3 miliardi di euro.

Gli operatori autorizzati dovranno presentare le loro richieste entro le ore 11:00 di lunedì 29 aprile, mentre gli investori privati dovranno prenotare presso la propria banca la quantità di titoli che intendono inserire all’interno del loro portafoglio di investimenti entro venerdì 26 aprile. Il regolamento delle sottoscrizioni è previsto per il 2 maggio 2013.

Nel comunicato stampa emesso dal Ministero dell’Economia e delle Finanze viene specificato che a decorrere dalla presente emissione i BTP 5 anni (2 apr 2013/1 giu 2018 ISIN IT0004907843) sono ammessi all’attività di stripping dei titoli di Stato, coerentemente con quanto previsto dal decreto ministeriale n. 96718 del 7 dicembre 2012.

 

 

+

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.