Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Parte oggi la quinta emissione di BTP Italia, i titoli di Stato indicizzati all’inflazione italiana (indice FOI, senza tabacchi) dedicati in particolar modo ai risparmiatori italiani, aventi godimento 12 novembre 2013, scadenza 12 novembre 2017 e codice ISIN, necessario per la loro identificazione, IT0004969207.

Tali titoli potranno essere acquistati attraverso gli sportelli della propria banca o direttamente dal risparmiatore su internet attraverso il servizio di home banking fornito dalla propria banca, purché sia attiva la funzione trading. In caso contrario sarà necessario chiederne l’attivazione. Nel dettaglio, l’emissione avrà luogo mediante la raccolta di ordini di acquisto degli investitori sul MOT (il Mercato Telematico delle Obbligazioni e Titoli di Stato di Borsa Italiana) attraverso BNP Paribas (Banca Nazionale del Lavoro S.p.A.) e Monte dei Paschi di Siena Capital Services Banca per le Imprese S.p.A.

Per poter acquistare BTP Italia è necessario possedere un conto titoli, su cui questi verranno trasferiti. I BTP Italia, infatti, sono assoggettati al regime della dematerializzazione dei titoli di Stato, pertanto chi li acquista non riceve dei documenti cartacei essendo i titoli rappresentati da iscrizioni contabili a favore degli aventi diritto.

Il Tesoro ha indicato per il collocamento che parte oggi l’8 novembre come giorno ultimo per l’acquisto di titoli. Tuttavia, come già accaduto per gli ultimi collocamenti di BTP Italia, si è riservato la possibilità di disporre la chiusura anticipata qualora il volume delle richieste dovesse superare un determinato ammontare non indicato. Al riguardo il MEF ha stabilito che la chiusura anticipata potrà essere disposta dalle ore 14:00 del 6 novembre 2013, tuttavia l’eventuale annuncio verrà dato sempre nel tardo pomeriggio del giorno di collocamento che precede quello della chiusura anticipata.

+

Rimani aggiornato con guide e iniziative esclusive per gli iscritti!

Telegram

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.