Salta al contenuto Passa alla barra laterale Passa al footer

Diverse società quotate a Piazza Affari a giugno 2013 pagheranno ai loro azionisti i dividendi deliberati dal Consiglio di amministrazione, e successivamente approvati dall’assemblea, relativi all’esercizio 2012.

La data di messa in pagamento, ricordiamo, cade tre giorni dopo quella dello stacco e non ha alcuna rilevanza in tema di maturazione del diritto ad intascare il dividendo, che coincide invece con la data di stacco del dividendo. La data di pagamento, infatti, è semplicemente il giorno in cui la società paga materialmente il dividendo a tutti gli azionisti che sono risultati essere in possesso delle azioni al momento dell’apertura del giorno previsto per lo stacco della cedola. Particolarmente atteso è il dividendo che sarà pagato da Enel il 27 giugno.

In particolare, giovedì 6 giugno procederanno con la messa in pagamento del dividendo relativo all’esercizio 2012 Astaldi (0,17 euro), Emak (0,2 euro), FNM (0,0115 euro), Hera (0,09 euro) e Irce (0,02 euro). Il 13 giugno di quest’anno, invece, pagheranno il dividendo CSP International (0,05 euro), Engineering (0,5332 euro) e La Doria (0,06 euro), mentre il 20 giugno sarà la volta di Acegas- Aps (0,375 euro). Infine, il 27 giugno 2013 metteranno in pagamento il dividendo A2a (0,026 euro), Enel (0,15 euro), Exor (0,335 euro), Exor PRV (0,3867 euro), Exor RSP (0,4131 euro) e Terna (0,20 euro).

Lascia un commento

X

Avviso di rischio - Il 74-89 % dei conti degli investitori al dettaglio subisce perdite monetarie in seguito a negoziazione in CFD. Valuti se comprende il funzionamento dei CFD e se può permettersi di correre questo alto rischio di perdere il Suo denaro.